#yomequedoencasa: 8. Entrénate

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Anche la vostra app contapassi inizia a preoccuparsi per voi? I 10 mila passi al giorno si sono ridotti a 100? Tutto nella norma. La vita in isolamento è anche questo. Chi ha la fortuna di avere un po’ di giardino vivrà meno questa condizione; ma per tutti gli altri l’inventiva dovrà sopperire alle mancanze oggettive. Ecco una lista per l’allenamento domestico. Pronti, partenza, via!

  1. Posizionarsi. Scegliete un posto della casa da dedicare all’allenamento. Se si tratta di uno spazio vuoto è più semplice e c’è la comodità di poter lasciare tutto allestito;
  2. Attrezzarsi. Cercare gli attrezzi. Non c’è bisogno di avere una palestra in casa. Non abbiamo un materassino? Basteranno degli asciugamani da spiaggia. I pesi si trasformano in bottiglie d’acqua e la palla da beachvolley in alleata per gli addominali;
  3. Tieni il tempo. Prima di iniziare l’esercizio, è bene creare una playlist di brani che danno la carica. Nei momenti di maggior sforzo sarà utile poter contare su una buona dose d’energia data dalla musica!
  4. Applicarsi. Per chi ha bisogno di una guida esistono molte App per smartphone create ad hoc. Non resta che scegliere la più adatta alle nostre esigenze;
  5. Giocare. Gli sportivi possono continuare, non certo allo stesso modo, a praticare sport. Ha fatto il giro del web il video di due ragazzine che giocano a tennis sui tetti di due palazzi vicini. Basta attivare la mente e trovare l’escamotage per non violare l’isolamento, continuando a tenersi in forma;
  6. Calendarizzare. Abbiamo già detto di quanto sia importante scandire il tempo in isolamento. Vale anche per l’allenamento! Consiglio: creare un appuntamento fisso, magari impostando una sveglia sul cellulare;
  7. Non trovare scuse! Bastano pochi minuti al giorno, un quarto d’ora o poco più;
  8. Dare continuità agli allenamenti;
  9. Seguire. In queste settimane molte palestre, personal trainer o istruttori stanno condividendo i loro sforzi sui social, seguirli può essere un modo per sentirsi parte dello stesso allenamento;
  10. La cosa più difficile da fare! Adesso che abbiamo preso il ritmo degli allenamenti, possiamo approfittarne e continuare anche quando tutto tornerà alla normalità.